PSICOLOGIA DELLO SPORT 3.0: LA FEDERAZIONE ITALIANA PSICOLOGI DELLO SPORT SCENDE IN CAMPO – IL RUOLO STRATEGICO DELLO PSICOLOGO DELLO SPORT NELLA PREPARAZIONE DELL’ATLETA

0,00

EVENTO RESIDENZIALE GRATUITO – 8 CREDITI ECM

ID 409668

Sabato 2 Marzo dalle 8:30 alle 19:00 presso Centro di Preparazione Olimpica del C.O.N.I. – Largo Giulio Onesti 1 Roma

67 disponibili

Iscriviti ora

PROGRAMMA

Direzione Scientifica:

Psicologi dello sport

Con il contributo incondizionato di:

magnesio supremo

Direzione Scientifica:

Psicologi dello sport

Con il contributo incondizionato di:

magnesio supremo

CONVEGNO IN PRESENZA - 8 CREDITI ECM

Sabato 2 Marzo dalle 8:30 alle 19:00 presso Centro di Preparazione Olimpica del C.O.N.I. – Largo Giulio Onesti 1 Roma

Accreditato per:

  • Psicologo: psicoterapia; psicologia
  • Fisioterapista: fisioterapista
  • Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
  • Educatore professionale              
  • Medico chirurgo: medicina fisica e riabilitazione; medicina dello sport; neurologia; psichiatria

CONVEGNO IN PRESENZA
8 CREDITI ECM

Sabato 2 Marzo dalle 8:30 alle 19:00 presso Centro di Preparazione Olimpica del C.O.N.I. – Largo Giulio Onesti 1 Roma

Accreditato per:

  • Psicologo: psicoterapia; psicologia
  • Fisioterapista: fisioterapista
  • Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva
  • Educatore professionale              
  • Medico chirurgo: medicina fisica e riabilitazione; medicina dello sport; neurologia; psichiatria

RAZIONALE

La Fipsis , federazione italiana psicologi dello sport, Federazione Italiana Psicologi dello Sport, è costituita da professionisti che operano nell’ambito della psicologia dello sport in collaborazione con altre figure professionali tecniche e sanitarie ed ha lo scopo di assicurare all’atleta e al praticante attività motoria le migliori condizioni per svolgere l’attività  fisica e sportiva con beneficio e senza danno per la salute psicofisica, a livello agonistico e non agonistico.

La FiPsiS  assicura la tutela della salute psicologica di persone abili e con disabilità  che svolgono attività fisico-sportiva non agonistica e agonistica a qualsiasi età e in gare, competizioni e campionati di  ogni ordine e grado.

Il programma “Psicologia dello sport 3.0” abbraccia una serie di tematiche cruciali per lo sviluppo e l’evoluzione della psicologia applicata al contesto sportivo. Esaminiamo i diversi ambiti trattati e il loro impatto nel panorama della psicologia dello sport:

Commissioni Scientifica e Deontologia: Questa sezione pone l’accento sull’importanza di stabilire standard scientifici e etici nella pratica della psicologia dello sport. Questo coinvolge la definizione di linee guida, l’etica professionale e la ricerca continua per garantire pratiche valide e rispettose nei confronti degli atleti.

La diagnosi testologica in psicologia dello sport: la corretta applicazione degli strumenti psicodiagnostici nella psicologia sportiva agevola il compito dell’esperto e gli fornisce notevoli spunti per l’operatività nel percorso di preparazione mentale.

Lo sport Paralimpico: Un aspetto significativo che evidenzia l’importanza dell’accessibilità dello sport a tutte le persone, indipendentemente dalle capacità fisiche. Qui si tratta di affrontare le sfide psicologiche specifiche che gli atleti con disabilità possono incontrare, fornendo supporto e strategie adatte alle loro esigenze uniche.

Interventi dei  Comitati Regionali sul tema “Lo psicologo dello sport: Interventi sul campo e sviluppo della Professione in ambito sportivo”: Questa sessione mira a promuovere la professione di psicologo dello sport, discutendo delle sue competenze, del suo ruolo sul campo e delle opportunità di crescita all’interno dell’ambito sportivo.

Neuroscienze e sport: L’aspetto neuroscientifico entra in gioco per comprendere meglio come funziona il cervello degli atleti durante la prestazione sportiva. Questo settore può aiutare a ottimizzare l’allenamento mentale e le strategie di performance.

Disturbi dell’Alimentazione e Sport: Una parte critica poiché l’alimentazione sana e equilibrata è fondamentale per la salute e le prestazioni degli atleti. L’approccio psicologico è vitale per gestire i disturbi alimentari che possono influenzare negativamente le performance sportive.

Queste ed altre aree tematiche  evidenziano la complessità della psicologia dello sport 3.0, sottolineando come la disciplina abbracci aspetti scientifici, etici, pratici e specifici per affrontare le sfide e ottimizzare il potenziale degli atleti. L’integrazione di neuroscienze, etica professionale, sensibilizzazione alla diversità (come nello sport paralimpico) la formazione e la gestione di problematiche come i disturbi alimentari sono essenziali per una pratica psicologica efficace e responsabile nel contesto sportivo moderno.

PROGRAMMA

  • 08.30 – 09.30: Registrazione Convegno
  • 09.30 – 10.30: Saluti istituzionali A. De Lucia (Presidente FIPsiS)
  • 10.30 – 11.00: Psicologia dello Sport e interdisciplinarietàOspite Internazionale Prof. F. G. Ucha – Vice Presidente della Sciedad Latinoamericana y Caribena de Psicologia del Deporte (SOLCPAD) – Università di Cultura Fisica e Scienze dello Sport “Manuel Fajardo” ( CUBA )

Interventi Presidenti Comitati regionali FIPsiS

Introduce A. De Lucia (Pres. FIPsiS)

  • 11.00 – 11.20: Mental Imagery e ottimizzazione della prestazioneR. Benis (Lombardia)
  • 11.20 – 11.40: Immagine corporea e benessere, interventi psicologici integrati con l’attività fisica in soggetti oncologici – F. Tibaldi ( Veneto)
  • 11.40 – 12.00: Uniti si cresce – esperienza del Comitato Regionale Emilia Romagna in ambito territoriale – A. Proto (Emilia Romagna)
  • 12.00 – 12.20: L’atleta al centro. Benessere e prestazione: un connubio inscindibile per la crescita dell’atleta – F. Valori (Toscana)
  • 12.20 – 12.40: La Psicologia dello Sport nell’Era della Intelligenza ArtificialeS. Albano (Lazio)
  • 12.40 – 13.00: L’importanza della formazione in Psicologia dello Sport per i tecnici di 1° Livello: tra competenze sportive ed educativeF. De Santis (Puglia)
  • 13.00 – 13.20: Il Biofeedback per la gestione dello stress e il miglioramento della performance sportivaM. Dagnino (Liguria)

13.30 – 14.30: LUNCH BREAK

ATTENZIONE: IL SERVIZIO MENSA PRESSO LA SEDE DEL C.O.N.I. E’ ATTIVO PER IL PRANZO CON PAGAMENTO AUTONOMO.

INTERVENTI NEL POMERIGGIO

 Introduce A. De Lucia (Pres. FIPsiS)

  • 14.30 – 14.50: La preparazione mentale nell’attività Paralimpica in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024 – A. De Lucia (Pres. FIPsiS)
  • 14.50 – 15.10: FIPsiS – La Commissione Scientifica e Deontologia D. Polani (V. Pres. FIPsiS)
  • 15.10 – 15.30: La Diagnosi testologica in Psicologia dello Sport M. Gerin (V. Pres. FIPsiS)
  • 15.30 – 15.50: Dipendenze giovanili: dimensioni del fenomeno e stratgie di prevenzione – S. De Lillo (V. Pres. Ordine dei Medici di Roma)
  • 15.50 – 16.10: Benessere sociale e sportivo… È possibile conciliarli … come? G. Lodetti (UNIV. Milano)
  • 16.10 – 16.30: Neuroscienze e sportA. Rusciano (UNI Venezia)
  • 16.30 – 16.50: La Formazione in Psicologia dello Sport M. Pacifico ( CEPIB.IT)
  • 16.50 – 17.10: L’importanza dello Sport nella terza età P. Contardi (Cons. FIPsiS)
  • 17.10 – 17.30: Disturbi dell’Alimentazione e Sport V. Torricelli (FIPsiS)
  • 17.30 – 18.00: Questionario per crediti ECM e Consegna attestati di partecipazione
  • 18.00 – 19.00: Riunione Soci FIPsiS e considerazioni conclusive

FINE LAVORI

Apri Chat
Staff DreamCom
Ciao sono Sara 👋
Come posso aiutarti?