MST – MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI. Gestione appropriata del paziente e del suo partner

Malattie sessualmente trasmissibili

WEBINAR FAD

6 ECM

Il webinar si è tenuto il giorno 09 marzo 2022
dalle ore 16.00 alle ore 20:00

ID 345117

SEGRETERIA SCIENTIFICA

artemisiaonlus

CON IL CONTRIBUTO INCONDIZIONATO DI:

ACCREDITAMENTO PER:

  • Medico chirurgo con discipline anatomia patologica; chirurgia generale; dermatologia e venereologia; epidemiologia; gastroenterologia; genetica medica; ginecologia e ostetricia; laboratorio di genetica medica; malattie infettive; medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro; medicina generale (medici di famiglia); medicina interna; medicina legale; medicina nucleare; microbiologia e virologia; oncologia; otorinolaringoiatria; patologia clinica (laboratorio di analisi chimico-cliniche e microbiologia); pediatria; psichiatria; urologia;
  • Biologo
  • Infermiere
  • Ostetrico
  • Psicologo
  • Tecnico sanitario di radiologia medica

razionale:

Le Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST), note anche come Malattie Veneree, sono infezioni tipicamente, ma non esclusivamente, a trasmissione diretta attraverso il contatto sessuale e possono essere causate da batteri, virus o protozoi.

Le MST rappresentano ancora oggi un incombente pericolo a livello individuale e di coppia, ed un grande problema di salute pubblica in tutto il mondo. Le cause principali sono le seguenti:

  • attività sessuale con partner differenti e non protetta
  • riluttanza a riferire di disturbi sessuali in sede di consulenza sanitaria
  • necessità di trattare anche il partner del paziente infetto
  • necessità di maggiori risorse per gestire più pazienti, nei tempi opportuni, con sistemi diagnostici e terapeutici più avanzati
  • scarsa attenzione e informazione sul tema, sia in ambito familiare sia scolastico

I sintomi delle MTS si presentano in maniera aspecifica, tuttavia, in fase iniziale, solitamente interessano l’area da cui i microrganismi sono penetrati nell’organismo umano.

I sintomi più diffusi sono: secrezioni genitali, dolore e bruciore alla minzione, dolore pelvico, lesioni e prurito ai genitali o nella bocca.

Se l’infezione non viene diagnosticata e trattata tempestivamente, alcuni microrganismi possono diffondersi attraverso il sangue e aggredire gli organi interni.

Alcune MST sono particolarmente temute in quanto possono comportare sterilità, danni al feto per le donne colpite in stato di gravidanza e, nei casi più gravi, la morte dell’individuo affetto.

Le patologie più frequenti risultano essere:

  • HPV
  • Condilomi ano-genitali (41,3% dei casi)
  • Sifilide latente (8,7%), in aumento
  • Cervicovaginiti batteriche non determinate da Chlamydia trachomatis, Neisseria gonorrhoeae e Trichomonas vaginalis (7,9%)
  • Herpes genitale (7,5%)

Come afferma Giancarlo Icardi, Direttore della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Università degli Studi di Genova, l’infezione da HPV (Human Papillomavirus) è la più frequente sessualmente trasmessa. Si stima che 4 persone su 5 siano infettate dal virus nel corso della vita, sia uomini sia donne, e purtroppo l’assenza di sintomi ne favorisce la diffusione. In circa l’80% dei casi, l’infezione da HPV decorre in maniera asintomatica, ma negli altri casi si determinano aggravamenti e compromissioni estremamente serie.

Inoltre, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), più di 1 milione di persone contrae una MST ogni giorno e ogni anno si manifestano nel mondo 350 milioni di nuove MST, con punte massime nel Sud-est Asiatico e nell’Africa Sub-sahariana; anche in Europa si registra un variabile e progressivo incremento, si sono infatti calcolate oltre 30 milioni di nuove MST.

Fra i dati più allarmanti del sistema di sorveglianza coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) emerge che dal 2000 al 2019 è aumentato del 23% circa il numero di donne con MST, i casi di Clamidia nel 2019 hanno evidenziato un incremento del 33% rispetto al 2017, i giovani tra i 15 e i 24 anni mostrano una prevalenza di casi di infezione da Chlamydia trachomatis quadrupla rispetto ai soggetti di età superiore, negli ultimi cinque anni i casi di Gonorrea sono raddoppiati, è più che raddoppiato, negli ultimi quindici anni, il numero di donne con Herpes genitale, la prevalenza di infezione da HIV tra le persone con una MST confermata nel 2019 è circa quaranta volte più alta di quella stimata nella popolazione generale italiana.

Gli specialisti del settore debbono quindi oggi confrontarsi non solo con le ampie dimensioni del problema ma anche con il fenomeno delle varie modificazioni assunte dalle MST, spesso tale da rendere complessi la precisa identificazione ed il relativo trattamento.

Non possono, inoltre, essere trascurate le implicazioni sessuali, sociali, psicologiche, deontologiche e legali. Pertanto, le MST richiedono sempre più un approccio al paziente multispecialistico e sistemi appropriati di diagnosi, basati su una accurata anamnesi, attraverso cui indagare i principali comportamenti a rischio, sulla conoscenza della prevalenza delle principali MST nelle specifiche aree geografiche di provenienza e su specifici esami di laboratorio e visite specialistiche.

ll corso di FAD Artemisia Onlus e Artemisia Academy, prende spunto dagli studi e dai dati statistici di riferimento per definire l’importanza della prevenzione, della diagnosi precoce e puntuale e dei trattamenti appropriati delle MST, attraverso un approccio al paziente multidisciplinare e personalizzato.

programma 

RESPONSABILE SCIENTIFICO:
Dott.ssa Alessandra ScarabelloProfessionista della Rete Artemisia Lab

Saluti istituzionali

Dr.ssa Mariastella Giorlandino – Presidente Artemisia Onlus  

Interventi:

Moderatore: Dott.ssa Alessandra Scarabello

Lettura Magistrale: Le MST nel mondoProf. Aldo Morrone

  • Infezioni batteriche, virali, fungine e parassitarieed i segni dermatologici localiDott.ssa A. Scarabello
  • Quadri Citologici nell’infezione da HPV (Human papillomavirus)Dott. L. Guidobaldi 
  • La Sifilide:la grande simulatrice, casi clinici particolari – Prof. G.C.Pranteda
  • Diagnosi HRA(anoscopia digitale ad alta risoluzione) Dott.I. Sirovich
  • Immunocompromissione: quando le difese immunitarie vengono trascurateDott.ssa C. Bruschelli 
  • Trattamenti farmacologici Dott.ssa C. Bruschelli
  • Diagnosi e terapia chirurgica delle lesioni HPV correlate all’apparato genitale femminileProf. C. Parisi
  • Le responsabilità del medico rispetto alle prestazioni sanitarie connesse alla insorgenza delle patologie ed alla diagnosi precoce – Dott. E. Profeta

FACULTY

Dott.ssa Alessandra Scarabello – RESPONSABILE SCIENTIFICO DEL FAD

Specialista in Dermatologia e Venereologia, IRCCS IFO – San Gallicano, Roma; Responsabile Progetto di Integrazione Ospedale-Territorio ASL Roma 3; Professionista della Rete Artemisia Lab

Dott.ssa Carla Bruschelli – Specialista in Medicina Interna, Master universitario Ipertensione Arteriosa, Ricercatore clinico, Esperta in Farmacologia clinica, Pneumologia, Metodologia formazione, Divulgatore Scientifico, Professionista della Rete Artemisia Lab e Consulente Artemisia Onlus

Dott. Leo Guidobaldi – Medico Citopatologo UOC Anatomia Patologica, Ospedale Sandro Pertini, Roma; Docente Master Citopatologia Diagnostica e Screening di Popolazione”, Università degli Studi di Roma La Sapienza; Professionista della Rete Artemisia Lab

Prof. Aldo Morrone – Specialista in Dermatologia e Venereologia; Direttore Scientifico IRCCS IFO – San Gallicano, Roma

Prof. Carmelo Parisi – Dirigente medico di 1° livello presso la UOC di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda Ospedaliera S. Giovanni Addolorata di Roma; Professionista della Rete Artemisia Lab

Prof. G. Carlo Pranteda– Specialista in dermatologia, già dirigente U.O.C Dermatologia, azienda ospedaliera universitaria Sant’Andrea, Roma

Dr. Ennio Profeta – Risk Manager, Esperto del Settore Sanità, Consulente GBSAPRI

Dott. Igor Sirovich – Dirigente Medico Reparto di Chirurgia Generale ospedale di Civita Castellana; Professionista della Rete Artemisia Lab

Comments are closed.