CASI CLINICI COMPLESSI NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE – 10 DIC

Roma,  10 DICEMBRE 2019

SEMINARIO ECM GRATUITO

Orario: 16.00 – 20.30
Crediti formativi ECM 4,3

Luogo di svolgimento: Hotel Villa Carpegna ,Via Pio VI, 6 Roma

ECM per: Medico Chirurgo,  
CARDIOLOGIA; GERIATRIA; MEDICINA E CHIRURGIA DI ACCETTAZIONE E DI URGENZA; MEDICINA INTERNA; CHIRURGIA VASCOLARE; MEDICINA GENERALE (MEDICI DI FAMIGLIA);

Relatori:
Massimo Uguccioni, Direttore dell’U.O.C Cardiologia Ospedale San Camillo Forlanini Roma
Furio Colivicchi, Direttore dell’U.O.C di Cardiologia Ospedale San Filippo Neri Roma.
Antonio Terranova, Responsabile del Reparto di Cardiologia 1 e dell’Ambulatorio di Cardiopatia Ischemica e di Ipertensione Arteriosa presso l’Ospedale San Camillo-Forlanini di Roma

Obiettivi

L’alterazione del ritmo del cuore (FA), che diventa irregolare, interagisce con l’efficacia della contrazione delle cavità atriali e impedisce la regolare funzionalità ventricolare.
La fibrillazione atriale coinvolge le camere superiori del muscolo cardiaco, e determina accelerazione del battito, manifestando aritmia cardiaca con frequenza cardiaca che può variare tra 300 e 600 battiti al minuto.
Si tratta di una patologia progressiva e pericolosa perché può portare a insufficienza cardiaca, cioè impedire al cuore di ricevere l’ossigeno necessario ai bisogni dell’organismo.
Pertanto, è di fondamentale importanza che la patologia sia diagnosticata il prima possibile e il paziente sottoposto a immediata cura.
Dato che una delle cause principali è riconducibile all’invecchiamento del cuore e alla progressiva dilatazione dell’atrio che genera il battito cardiaco, la fibrillazione atriale è frequente nei soggetti anziani, che spesso possono avere patologie concomitanti.
Il seminario formativo vuole quindi affrontare il tema della FA, analizzando studi e casi clinici verificatisi in anni di lavoro e di esperienza, esaminando la scelta della terapia anticoagulante e gli aspetti controversi della stessa.
Si affronterà inoltre il tema della terapia adatta alla gestione del paziente fragile e anziano, e gli aspetti soggettivi delle interazioni farmacologiche.

Programma

15.30 Registrazione dei partecipanti
16.00 – 16.10: Introduzione ai lavori

16.10 – 18.00 PRIMA SESSIONE
Presentazione del corso
Aspetti controversi nella terapia anticoagulante della FA

Caso clinico 1
Come scegliere la terapia anticoagulante nel paziente avviato a cardioversione elettrica

18.00 – 18.15 Coffee break

18.15 – 20.30 SECONDA SESSIONE

Caso clinico 2
La gestione del paziente fragile con FA Dr. Antonio Terranova
Presentazione frontale
Interazioni farmacologiche: come individuare il DOAC più appropriato nel  singolo  paziente

Discussione interattiva  sui casi clinici
Tavola rotonda
Conclusioni e Compilazione questionari ECM

Comments are closed.