FIBRILLAZIONE ATRIALE E TROMBOEMBOLISMO: LE CAUSE DELLO STROKE​

Seminario in webinar, formazione a distanza (FAD) GRATUITO – ASINCRONA

04/11/2020 – 2/11/2021

Professione: Medico Chirurgo

Discipline: Anestesia e rianimazione, Cardiologia, Medicina e Chirurgia di accettazione e d’urgenza, Medicina generale, Medicina interna, Neurologia.

Crediti ECM: 4,5

Relatori: 
Dott. Paolo Pino Giuseppe – medicina e chirurgia – cardiologia direttore uosd diagnostica cuore azienda ospedaliera S.Camillo forlanini – Roma

Dott. Antonio Terranova – Responsabile del Reparto di Cardiologia 1 e dell’Ambulatorio di Cardiopatia Ischemica e di Ipertensione Arteriosa presso l’Ospedale San Camillo-Forlanini di Roma 

Prof. Massimo Uguccioni – AO S. Camillo – Forlanini , Direttore U.O.C. Cardiologia 1

Con il contributo incondizionato di: 

OBIETTIVI PRINCIPALI:

Nelle casistiche di ricovero ospedaliero per sintomatologie correlate ai casi di ictus, è spesso difficile la definizione delle cause e delle varie tipologie di stroke.

La giusta diagnosi è fondamentale per l’individuazione del percorso di cura idoneo, affinché si faciliti il massimo recupero possibile, limitando l’invalidità e le relative conseguenze sociali.

Il ruolo della diagnostica strumentale come la TAC o l’ecocardiogramma transesofageo, è fondamentale per dare il giusto orientamento clinico e gli strumenti di monitoraggio di lunga durata, possono avere un ruolo strategico nell’individuazione di eventuale embolia.

Alla luce degli studi più recenti, è possibile razionalizzare e rendere più efficiente il percorso diagnostico e di cura, mettendo in condizioni il professionista, dinnanzi ad una condizione come lo stroke ischemico, di cercare le cause cardiologiche dell’ictus.

Durante il seminario si tratteranno quindi, casi pratici dell’ictus, come embolia, trombosi, emorrragia, forame ovale pervio, confrontando le terapie da adottarsi, a seconda delle varie tipologie di stroke, dal giovanile al generico e analizzando i presidi da utilizzare per il monitoraggio successivo, configurando eventuali ipotesi di fibrillazione atriale non diagnosticata.

Programma

Inquadramento clinico generale del paziente con stroke cardioembolico

L’imaging ecocardiografica nella valutazione generale del paziente con stroke cardioembolico

Ecocardiografia transtoracica e transesofagea nello studio anatomico e funzionale dell’atrio sinistro

Stroke giovanile e forame ovale pervio

Inquadramento clinico del paziente con stroke giovanile: la ricerca del forame ovale pervio e le indicazioni al trattamento – (M. Uguccioni)

Ecocardiografia transtoracica, transesofagea e microbolle nello studio del forame ovale pervio 

Discussione e domande 

Comments are closed.